Il 16 dicembre 2016 è stato pubblicato sul portale ufficiale del Sistri (www.sistri.it) l’aggiornamento del documento “Caso d’uso: Gestione rifiuti respinti (versione del 7 dicembre 2016)“.

Il documento illustra le azioni che il produttore del rifiuto è tenuto ad effettuare per la corretta gestione operativa, a partire dal momento in cui il destinatario del carico indichi “Rifiuto respinto” o “Rifiuto parzialmente accettato” come esito della movimentazione.

Le istruzioni — che rimandano, per ogni ulteriore dettaglio, al paragrafo “Respingimento del rifiuto” del Manuale Operativo — ricordano la necessità di generare sempre una nuova Scheda di movimentazione in cui indicare, in aggiunta ai dati richiesti per la procedura ordinaria, le informazioni relative alla collocazione dei rifiuti respinti.

Si ricorda che in base a quanto stabilito dal Dl 101/2013 (come modificato da ultimo ad opera del “Milleproroghe 2015”), il 1° gennaio 2017, fatte salve eventuali novità di fine anno, scatterà la definitiva entrata in vigore operativa del Sistri, con l’abbandono del “doppio binario” e la piena applicabilità delle sanzioni previste dal Dlgs 152/2006 per le violazioni in materia.

Sistri, istruzioni per respingimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =

CHIUDI

Promozione valida sulle certificazioni LAT

Approfittane adesso

CHIUDI

Grazie per la tua adesione!

X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: